Primarie, gli appelli al voto dei comitati.

 

Primarie, gli appelli al voto pervenuti dei comitati comunali di San Lazzaro di Savena

Comitato di San Lazzaro sud per il sostegno a Pierluigi Bersani alle primarie  del 25 Novembre 2012

Nel territorio del   Circolo PD “Due Giugno” di San Lazzaro Sud si è costituito  Il Comitato  di sostegno alle primarie  del centrosinistra  per Pierluigi Bersani alla Presidenza del Consiglio.

L’obbiettivo del  Comitato è di promuovere la massima  partecipazione nella  convinzione che la crisi della politica si combatte con una migliore politica  e che sostenere Pierluigi  Bersani significhi:

  • porre fine all’illusione che i problemi possano essere risolti da un uomo solo al comando;
  • avere la certezza che per competenza moralità e altruismo Bersani incarna una collettività fatta di passione, esperienza, idee, con un progetto politico che vuole costruire un’Europa dei popoli solidale e trasformare il modello di società italiana;
  • affermare diritti civili fondamentali, dare rilievo al mondo del lavoro, a valori come l’uguaglianza, la giustizia sociale. Rimettere al centro l’economia reale e difendere  beni comuni come l’istruzione, la sanità, la sicurezza e l’ambiente è un dovere;
  • stare dalla parte di chi vuole rendere più forte il Partito Democratico, ottenendo una maggiore coesione nella coalizione di centrosinistra;
  • vincere le prossime elezioni politiche del 2013 e dare un futuro all’Italia.

Il Comitato, che  opererà in rapporto con il coordinamento comunale  dei comitati  Bersani, è aperto a tutti i cittadini che vogliano liberamente sostenerlo con  incontri, distribuzione di materiale o semplicemente parlandone con amici e conoscenti.

Michela Mazza, Responsabile di  callcenter – Eleonora Landini, Infermiera professionale - Vanes Dallolio, Operaio in mobilità – Marina Malpensa, Ricercatrice di Nomisma Energia – Mauro Maggiorani Docente di Storia all’Università di Bologna –  Renato Ballotta, Segretario Circolo PD “Due Giugno” – Stefano Martelli, Docente di Sociologia all’Università di Bologna – Chiara Nipoti, Insegnante – Denis Barbieri, Ingegnere – Renzo Berti, già Presidente Arci San Lazzaro –  Daniele Barilli, Titolare edicola IussiAnna Boselli, Coord. Conferenza donne PD San Lazzaro – Denis Ballotta, impiegato – Enzo Biondi, impegnato nel volontariato sociale –  Moreno Castaldini, Responsabile Feste Unità PD San Lazzaro – Alessandro Battilana, Consigliere Comunale di San Lazzaro – Laura Fontana, già impiegata ospedale Bellaria – Pina Venturi, Tesoriere del PD di San Lazzaro – Andrea Stuppini, Dirigente settore immigrazione Regione –Romagna – Nadia Colombi, impegnata nel volontariato sociale –  Agata Zambotti, Impegnata nello SPI CGL di San Lazzaro – Roberto Farina, Ricercatore ENEA –  Inglina Hussein, Infermiera professionale - Vincenzo Spitaleri, Geometra – Maurizio Minella, Gia Agente di Commercio.

Il comitato è coordinato da  Michela Mazza.

Altre adesioni all’appello a sostegno di Pier Luigi Bersani per le primarie del centrosinistra del 25 novembre 2012

Marco Macciantelli, Corrado Fusai, Giacomo Landi, Gianni Luccarini, Roberta Ballotta, Raymon Dessi, Giancarlo Perciaccante, Gianni Grillini, Tito Saracino, Giancarlo Zanardi, Maria Grazia Tosi, Claudio Schiavina, Giorgio Querzè, Paola Ferretti, Vincenzo Cesari, Giancarlo Navelli, Marcello Fini, Gianluca Benetti, Angelo Paltrinieri, Fabio Carra, Patrizia Del Rio, Gianni Dore,  Graziella Masi, Rosanna Facchini, Francesco Pizzullo, Dario Mastrogiacomo.

Perché stiamo con Bersani

Credo in Bersani e nella sua visione della società, con al centro il lavoro, la giustizia sociale e una vera eguaglianza”.

Francesco Malaguti, studente liceale.

Non scelgo Bersani, ma il Pd, e ora Bersani rappresenta il Pd in cui credo.

Valerio

“Il nostro voto va a Bersani, perché esponente che a nostro avviso potrebbe rappresentarci a pieno, aiutando le nuove generazioni a credere che un qualcosa possa ancora cambiare, a partire dal sapere ,bene comune, al lavoro, diritto inviolabile. Speriamo inoltre che possa far rinascere la vera democrazia, ridando dignità ad ogni individuo, affinché i problemi del singolo possano essere affrontati dalla comunità”.

Federica e Rosalba

“Bersani è il politico che più di tutti gli altri, negli anni in cui è stato ministro, ha dimostrato di pensare a tutti i cittadini, e non soltanto a stesso, per questo mi piacerebbe vederlo alla guida del prossimo governo”.

Fabio Di Benedetto, Studente fuorisede di Agraria, 22 anni.

Bersani/Vendola, un duo perfetto

Non è facile scegliere tra i candidati alle primarie, in particolare tra quei due che sono i miei preferiti, Pier Luigi Bersani e Nichi Vendola. Bersani è già stato ministro, ha già cercato di cambiare e modificare certe situazioni negative per la collettività quand’era in carica, ha già amministrato anche localmente ed è una persona che riesce a dare una forte immagine di politico onesto e integro moralmente.

Anche Vendola ha già governato è bene in Puglia, ha una dialettica molto spiccata e coinvolgente e non manca certo  di esperienza reale della complessità politica nazionale. Il problema tra i due è che uno riesce a rappresentare una parte dell’elettorato che varia molto come classe sociale e che comprende una fascia molto più ampia della popolazione dell’altro, questo sia a livello meramente di immagine percepita dall’elettorato e sia sopratutto a livello di maggiore conoscenza a livello nazionale da parte degli elettori. Questa è una questione importante perché l’elettore vota, oltre che per scelte politiche, economiche, personali, anche e sopratutto chi già conoscono da un periodo medio-lungo e che in questo periodo non ha perso credibilità a livello politico. Nessuno dei due nostri candidati ha perso la propria credibilità a livello nazionale ma uno è più conosciuto,quindi più apprezzato e quindi potenzialmente più votabile, sopratutto da chi vuole cambiare voto (e saranno molti a queste elezioni) o chi generalmente non vota. A livello politico Bersani è più moderato rispetto a Vendola ma questo perché l’immagine che manda il partito non scegliendo con chiarezza i propri alleati è più sfocata rispetto a quella di Sel e non per reali differenze politiche; perchè in pratica i programmi politici sono molto simili, questo perché sono leader del centro sinistra che hanno una formazione ideale simile, direi social-democratico italiano.

L’ultimo punto è molto importante perché Bersani candidato premier e Vendola candidato vice-premier sarebbe un duo perfetto sia a livello politico-mediatico e sia a livello pratico di governo. Bersani è perfetto con Vendola perché insieme riuscirebbero a dare una forte caratura a livello politico-economico al partito, cioè quello che ci serve per vincere alle prossime elezioni. Questo perché solo in questa maniera riusciremo a raccogliere tutti i voti, e sono tanti, di quelle persone che non vogliono più votare un partito barzelletta che ogni giorno cambia completamente idee politiche e leader (quando quei leader non vanno in galera) come il Pdl o che non vedono nel panorama politico un candidato e quindi partito in grado di governare sopratutto in maniera chiara e pulita che sono gli elettori del m5s. Il duo Bersani/Vendola è perfetto per raccogliere tutto questo elettorato che secondo me può superare quello delle ultime elezioni politiche per il Pd, sempre che ci sia una legge elettorale che permetta di governare con una fascia che va dal 35% al 40%, cioè quello che potremmo raggiungere. Ma questo solo ed esclusivamente se il partito saprà mandare un messaggio di compattezza, chiarezza e forza politica dalle primarie.

Skerdilajd Likaj ragazzo di San Lazzaro, studente di economia

Comitato di San Lazzaro per il sostegno a Matteo Renzi alle primarie  del 25 Novembre 2012

Matteo Renzi ha 37 anni ed è sindaco di Firenze, dove ha abbassato la pressione fiscale, investito sui servizi sociali e la cultura, varato un piano urbanistico a volumi zero. Matteo ha raccolto la sfida delle primarie sostenuto da molti tra amministratori locali e cittadini, convinti che per costruire un PD più forte e capace di guidare il paese nel prossimo quinquennio serva un profondo rinnovamento, nelle persone e nelle idee. Non si tratta di non essere riconoscenti verso chi ci ha guidato finora, ma di prendere atto che dopo vent’anni di tentativi mai conclusi positivamente servono persone nuove ed idee nuove per ricostruire la credibilità del centrosinistra e del sistema politico.

Siamo con lui perché siamo convinti che con la sua vittoria alle primarie, tante persone riprenderanno a guardare al PD come una speranza per il futuro dell’Italia. Persone che oggi sono in gran parte scoraggiate, indecise, deluse da tutti i partiti, tentate dall’astensione o dal voto per i grillini: se il Centrosinistra fosse guidato da Matteo Renzi tornerebbero a darci fiducia.

Sul sito www.matteorenzi.it trovate le proposte di Renzi, tutte improntate al rinnovamento: poniamo al centro la scuola e gli alunni, il sostegno alle PMI ed ai loro lavoratori, un rinnovato impegno per la cultura ed il turismo, la trasparenza totale degli atti pubblici ed una drastica cura dimagrante per il sistema politico: perché partiti e politici sono chiamati a dare l’esempio prima di chiedere sacrifici ai cittadini e non dopo!

Noi siamo con Renzi, e ti invitiamo a votare per lui!

Primi firmatari

Elio Bertocchi, Luigi Bettazzi, Stefano Borgognoni, Anna Cristina Fantelli, Michele Geraci, Francesco Grassi, Gianluca Quartana, Rocco Rizzo

Per contattarci: sanlazzaroxrenzi@gmail.com

 

 

Un pensiero su “Primarie, gli appelli al voto dei comitati.

  1. Bronchi Renzo

    Quasi tutta la nomenclatura locale del PD sta con Bersani e con il suo Apparato. Le persone con cariche propriamente politiche e con quelle para politiche nelle Società controllate da Enti Pubblici o semplicemente quelle impiegate nel settore pubblico si sentono maggiormente garantite, per la loro futura poltrona, molto di piu’ dal “Vecchio” che dal “Nuovo”. Si ai tagli dei costi della politica e del settore pubblico ma che siano tagli piccoli piccoli, quasi inesistenti, come per le Provincie. Renzi non ci da certezza ma, sicuramente, ci da piu’ speranza

I commenti sono chiusi.